immagine con testoFacebook Ads, ovvero la pubblicità su Facebook, è uno strumento molto importante per connettersi con il tuo pubblico. L’algoritmo di Facebook è in continua evoluzione: tutto è pensato per far stare i suoi utenti all’interno della piattaforma il più possibile.

Avrai notato tu stesso, se hai una pagina aziendale o del tuo blog, che la reach di un post senza link (verso l’esterno, ad esempio al tuo sito o al tuo blog) raggiunge sempre più persone. La reach organica delle pagine aziendali di Facebook è in continua discesa, ma Facebook non è un social media morto anzi.

E su quale social media puntare allora? Facebook o Instagram?

Non c’è una risposta valida per tutti!

Dipende in quale momento del customer journey raggiungi il tuo potenziale pubblico.

Facebook è full funnel ovvero serve a catturare il cliente in tutta la sua fase di acquisto (customer Journey).

Instagram, invece, essendo molto visual e d’impatto, è utile nella fase di brand awareness.

Quindi, sappiate che non c’è una sola risposta, se non che dipende da quali sono i vostri obiettivi!

 

FACEBOOK ADS # 1. NON SPONSORIZZARE UN POST SUGGERITO DA FB

Quando crei un post non ci sarebbe niente di più facile che sponsorizzare il post che ti suggerisce Facebook, impostare una campagna automatica a soli 5€, ma non ne vale la pena.

Cosa fare allora: scegli invece di impostare il tuo post sponsorizzato dal Fb Business Manager.

Da qui puoi anche scegliere di sponsorizzare un post già pubblicato (sia su Fb che su Ig) ma con molte più possibilità di scelta e di definizione del tuo target.

Inoltre in questo modo avrei un report dettagliato e maggior chiarezza su come stai spendendo i tuoi soldi. Inoltre facendo così, puoi trasferire tutto l’engagement sotto un unico post che compare anche nel feed o nella pagina.

 

FACEBOOK ADS # 2. ATTENTO AGLI ORARI

Non lanciare la tua campagna in un qualsiasi orario del giorno.

Le tue campagne Facebook sono in esecuzione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, raggiungendo il pubblico di destinazione indipendentemente dall’ora o dal giorno della settimana?

Durante l’analisi degli account degli annunci di Facebook, ho notato che ci sono sempre alcuni giorni e ore che performano meglio di altre.

 

FACEBOOK ADS # 3. NON IMPOSTARE UN BUDGET GIORNALIERO

Quando imposti la tua campagna / annuncio puoi scegliere tra due opzioni: Budget giornaliero o Budget totale.

Cosa fare: selezionare il budget totale è l’opzione migliore sopratutto quando hai poco budget e hai bisogno di controllare e ottimizzare la spesa.

Con il budget totale lasci a Facebook la possibilità di lavorare sui target che funzionano meglio indipendentemente dalla spesa giornaliera, sapendo però che non sforerai il tetto di spesa massimo.

Ciò significa che Facebook si adeguerà e spenderà la maggior parte dei tuoi soldi quando colpirà la maggior parte delle persone.

 

FACEBOOK ADS # 4. NON INSERIRE TESTO NELLE IMMAGINI

Esiste una regola del 20 percento per l’uso del testo sulle immagini su Facebook.

Trovi una griglia con le specifiche quando sei nell’ultima parte dedicata alla creazione del post. Questa regola ora non è più così ferrea, tuttavia l”inserimento di testo potrebbe diminuire la copertura di un post. Mi e’ capitato diverse volte di dover spegnere un ad e caricare un nuovo visual perchè non stava performando bene.

Inoltre se ci fosse troppo testo, il post potrebbe addirittura essere rifiutato da Facebook.

 

FACEBOOK ADS # 5. IMPORTANZA DI VISUAL E COPY

Cosa fare: fai in modo che titolo e messaggio siano in sintonia, e che comunichino l’obiettivo della tua campagna.

Attenzione al formato delle immagini: imposta quello giusto in base a dove verrà visualizzato. 16:9 (formato cinema – ad esempio i video di Youtube) verso 9:16 (formato delle Stories su Instagram) o 1:1 il classico post immagine di Facebook.

E segui queste indicazioni per il miglior formato:

AD CON IMMAGINI:

Titolo: 25 caratteri
Descrizione del link: 30 caratteri
Testo del messaggio: 125 caratteri
Obiettivi della campagna: tutti tranne le visualizzazioni video

 

VIDEO ADS:

Titolo: 25 caratteri
Descrizione del link: 30 caratteri
Testo del messaggio: 125 caratteri
Obiettivi della campagna: tutti tranne le vendite del catalogo

 

FACEBOOK STORIES:

Testo: nessun conteggio caratteri impostato. Cerca di lasciare 250 pixel senza testo nella parte superiore e inferiore dell’annuncio.
Obiettivi della campagna: engagement, messaggi, vendite di cataloghi, traffico verso il sito

 

FACEBOOK CAROSELLO (con più immagini):

Titolo: 25 caratteri
Descrizione del link: 20 caratteri
Corpo del testo: 125 caratteri
Obiettivi della campagna: tutti tranne engagement e video.

 

FACEBOOK ADS # 5. DYNAMIC ADS

Non aggiungere solo un’immagine.

Non sai quale immagine funziona meglio sul tuo target?

Ha tre o più immagini e non sai quale scegliere?

COSA FARE: Puoi impostare il dynamic ad (è un’opzione che ti offre Facebook quando stai creando la parte creativa del post); in questo modo puoi caricare fino a 6 immagini e cinque opzioni di testo, e Facebook li combinerà in base a quelli che performano meglio e che raggiungono più pubblico.

COSA FARE: Se sei un negozio online, con diversi brand e prodotti, puoi utilizzare la funzione carosello: in questo modo chi vede il post sponsorizzato, può scorrere tra le diverse immagini

 

FACEBOOK ADS # 6. NON PERDERE DI VISTA IL TUO PUBBLICO

La scelta del target è la parte più importante della tua campagna.

Quindi usalo saggiamente.

COSA FARE: sii molto selettivo nel tuo targeting. Quando imposti il pubblico, Facebook ti da una stima di persone che puoi raggiungere. E una barra a colori, dal rosso (che significa che è troppo selettivo) al verde, che significa che è ampio. L’asticella deve stare in mezzo, nè troppo ampio, nè troppo ristretto.

Se vedi che il campione è troppo ampio, restringilo con l’aggiunta di interessi. Sparare a caso nel mucchio non conviene e perdi solo denaro.

Se imposti bene il tuo pubblico, il tuo post sponsorizzato sarà mostrato solo a chi è molto interessato in ciò che proponi e quindi più facilmente si trasformerà in cliente.

 

FACEBOOK ADS # 7. NON SCRIVERE TROPPO

Non devi scrivere un romanzo per fare in modo che il tuo potenziale cliente veda e si soffermi sul tuo post. DO – Cosa fare: Scrivi il giusto, arriva al punto. Offri qualcosa in cambio, invogliali a cliccare sul tuo post. Le persone spesso hanno bisogno di un incentivo.

 

pinit fg en rect red 28

This post is also available in: Inglese